La famiglia Tessera si insediò nella zona di Zibido San Giacomo (MI) nel 1937. Inizialmente la proprietà era di soli 13 ettari e comprendeva anche una piccola realtà zootecnica, ma il grande salto avvenne nel 1998 con l’acquisizione di altri 54 ettari e nel 2020, anno in cui l’azienda assunse le attuali dimensioni, inglobando altri 42 ettari.

La sede dell’azienda è Cascina Giustina, edificio di architettura rurale del XVIII secolo restaurato nel 2010, che ospita anche l’agriturismo e lo spaccio, aperto di recente. Oltre ad allevare bestiame, e successivamente occupandosi della lavorazione e della vendita di carne e salumi, l’azienda coltiva riso e ne cura il processo di essiccazione. La cascina è inoltre inserita all’interno del Parco Agricolo Sud di Milano, area naturale protetta orientata allo sviluppo delle attività agricole.

Carnaroli

carnaroli

Chicco grosso, allungato e di colore perlato

Caratteristiche

Tiene bene la cottura e difficilmente si scuoce, perfetto anche per i cuochi meno esperti. Il sapore è lievemente dolce, cosa che gli permette di sposarsi con sapori più forti e con qualsiasi tipo di condimento.

Per cosa si usa

Il riso Carnaroli si presta benissimo per essere utilizzato in diverse preparazioni ed è perfetto per i risotti e gli sformati di riso. Perfetto per piatti a base di pesce, ma anche per dei risotti cremosi, con verdure e formaggi.

Oltre che azienda agricola, Tessera è un rinomato agriturismo che dal 2012 vende carne di propria produzione al dettaglio, ed è rivenditore di prodotti e formaggi a km 0 di partner selezionati. Dal 2018 l’agriturismo ospita eventi di vario tipo, quali cerimonie e cene di lavoro, e offre ai suoi clienti cibo genuino e locale, cucinato dal proprietario stesso dell’azienda, Giuseppe Tessera.

Specialità della casa sono i risotti, preparati con il riso che proviene direttamente dai campi dell’azienda, e inseriti nel menu in base agli ingredienti di stagione. Le proposte sono tantissime: tra i più amati nel periodo estivo il risotto pere e taleggio, specialità dell’autunno quello con porcini e castagne, in primavera asparagi e bresaola, mentre nel periodo invernale va per la maggiore il risotto con la salsiccia.